> Buddha
> Dalai Lama
> Deepak Chopra
> Gurdjieff
> Jampolsky
> Jasmuheen
> Lee Coit
> Maestri dal mondo
> Master Choa
> Osho
> Paramhansa Yogananda
> Paul Ferrini
> Ramtha
> Rudolf Steiner
> Stuart Wilde
> Mahatma Gandhi
> Rabindranath Tagore
> Giordano Bruno
> Madre Teresa
> Rudolf Steiner
> Franz Kafka
> Richard Bundler
> Gregg Braden
> Mario Pincherle
> Neale Donald Walsh
> Thich Nath Hanh

 



 


Tiziano Terzani





Un grande maestro di vita sopratutto negli ultimi anni del suo percorso, quando con il suo atteggiamento la sua profonda comprensione della vita e della morte insegna come si possa vivere e morire con infinita serenità ... Anche noi dovremmo far tesoro di questo grande insegnamento per avvicinarci sempre di più alla felicità vera della vita ... quella del cuore e della vera comprensione ...

Biografia
Nato nel 1938 a Firenze, giornalista e autore di molti libri. Tiziano Terzani è stato un profondo conoscitore del continente asiatico e uno dei giornalisti italiani di maggior prestigio a livello internazionale.

E' stato inoltre autore di reportage e racconti tradotti in tutto il mondo. Da anni era uno dei collaboratori di punta del Corriere della Sera. Nel 1971 era diventato corrispondente dall'Asia per il settimanale tedesco Der Spiegel. E' vissuto a Singapore, Hong Kong, Pechino, Tokyo e Bangkok. E' scomparso il 28 luglio 2004. Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo è il suo ultimo libro.


PENSIERI DI TIZIANO TERZANI

digiunare
L'unico modo per non farsi consumare dal consumismo e' digiunare,
digiunare da qualsiasi cosa non sia assolutamente indispensabile,
digiunare da comprare il superfluo.
Basta rinunciare a una cosa oggi, a un'altra domani.
Basta ridurre i cosiddetti bisogni di cui presto ci si accorge di non avere affatto bisogno.
Questa e' la vera liberta': non la liberta' di scegliere, ma la liberta' di essere.
La liberta' che conosceva bene Diogene che andava in giro per il mercato di Atene
borbottando fra se' e se': "Guarda, guarda... quante cose di cui non ho bisogno!"
(Tiziano Terzani)
 
senza rimpianto
Nessuno m'ha mai detto "Volerai!". Nessuno m'ha mai promesso "Non morirai!".
Eppure senz'ali ho già volato tanto, ed ora,
senza alcun rimpianto di promesse mancate, di cose incompiute,
senza pena aggiunta o tolta, mi preparo a volare un'altra volta!....
(Tiziano Terzani)

 

una strada
Una strada c'è nella vita, e la cosa buffa è che te ne accorgi solo quando è finita.
Ti volti indietro e dici "Oh. ma guarda, c'è un filo" Quando lo vivi non lo vedi, eppure c'è.
Perchè tutte le scelte che fai sono determinate, tu credi, dal tuo libero arbitrio,
ma anche questa è una balla. Sono determinate da qualcosa dentro di te che innanzi
tutto è il tuo istinto, e poi forse da qualcosa che i tuoi amici indiani chiamano ilkarma
e con cui spiegano tutto, anche ciò che a noi è inspegabile. Forse quel concetto
ha qualche fondamento perchè ci sono cose nella nostra vita che non si spiegano
se non con l'accumularsi dei meriti o colpe di vite precedenti.
(Tiziano Terzani - "La fine è il mio inizio")

 
i momenti preziosi
... ci sono giorni nella vita in cui non succede niente,
giorni che passano senza nulla da ricordare, senza lasciare una traccia,
quasi non fossero vissuti. A pensarci bene, i più sono giorni così,
e solo quando il numero di quelli che ci restano si fa chiaramente più limitato,
capita di chiedersi come sia stato possibile lasciarne passare, distrattamente, tantissimi.
Ma siamo fatti così: solo dopo si apprezza il prima e solo quando qualcosa è nel passato
ci si rende meglio conto di come sarebbe averlo nel presente.
Ma non c'è più.
(Tiziano Terzani)

LIBRI DI TIZIANO TERZANI

Tutti i libri di Tiziano Terzani su IBS



Mario Zanot
Anam il Senzanome - DVD
L'ultima intervista a Tiziano Terzani
Longanesi ISBN: 883042286X
Prezzo € 12,90
Compralo su Macrolibrarsi
La prima proiezione pubblica risale al 7 ottobre 2004 a Firenze. Da allora "Anam" ha viaggiato in tutta Italia. Scuole, teatri, associazioni, festival, fiere, università, piazze. Oltre 100 proiezioni, registrando sempre il tutto esaurito. L'intervista contenuta in questo DVD, realizzata dal regista Mario Zanot nel maggio 2004, è l'ultima testimonianza filmata di Tiziano Terzani, scomparso due mesi dopo nel suo ritiro dell'Orsigna sull'Appennino pistoiese.
Lo scrittore e giornalista, grande conoscitore dell'Oriente, per trenta anni corrispondente dall'Asia del settimanale tedesco Der Spiegel e collaboratore de la Repubblica e del Corriere della Sera, racconta se stesso in una sorta di "testamento spirituale" in cui si affollano pensieri e riflessioni sulla vita e sul mondo. Un documento eccezionale che integra e completa il precedente Il kamikaze della pace. Protagonista assoluto dello schermo, seduto a gambe incrociate sul pavimento o a passeggio tra gli alberi del giardino, Terzani guarda lo spettatore negli occhi e lo coinvolge in un colloquio intimo, che alterna momenti di pacatezza ad attimi di fervore, ma si mantiene sempre e fortemente appassionato. Colpiscono, come nelle pagine dei suoi libri, l'immediatezza e la spontaneità del racconto che spazia dal personale al pubblico e al sociale: il giornalismo, il viaggio, l'America, l'11 settembre, la religione, i giovani sono solo alcuni dei temi toccati nella conversazione. Particolarmente vibranti sono i brani dedicati alle riflessioni sulla malattia, sulla vita e sulla morte, "questa malattia con cui nasciamo, che è incurabile" e che fu oggetto della ricerca interiore a cui lo scrittore si dedicò negli ultimi anni della sua esistenza portandolo a scrivere il suo ultimo libro, Un altro giro di giostra.
Le riprese, durate due giorni, ci restituiscono l'immagine di un uomo provato dalla sofferenza fisica, ma profondamente sereno e consapevole del traguardo che sta per raggiungere.
Il cofanetto contiene un DVD con il filmato dell'ultima intervista e, in allegato, un fascicolo con testimonianze e informazioni sulla vita e l'opera dell'autore. Il fascicolo di 32 pagine contiene una testimonianza del regista Mario Zanot che racconta come è nata l'idea dell'intervista televisiva; il testo di un'intervista radiofonica rilasciata da Terzani a Controradio di Firenze; un profilo dettagliato dell'opera di Tiziano Terzani. Il DVD, oltre all'intervista andata in onda nel settembre 2004 in tv, propone 18 minuti di contenuti speciali assolutamente inediti.


Tiziano Terzani
Un Altro Giro di Giostra
Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo
Longanesi ISBN: 8830421421
Prezzo € 18,60
Compralo su Macrolibrarsi
Un altro giro di giostra è innanzitutto un itinerario alla ricerca di aiuto per la guarigione che ha portato Tiziano Terzani in Paesi e civiltà lontane e diverse; non solo un libro di viaggio, ma anche un cammino lungo i sentieri della ricerca interiore, spirituale e sapienziale.
Un libro nel quale riaffiorano i temi da sempre cari al giornalista e scrittore fiorentino: la storia, la globalizzazione, il confronto di civiltà.

La rivelazione della malattia, accolta dapprima con stupore misto a incredula indifferenza, in seguito con la frenesia di cure, visite, esami diagnostici e terapie, ha rappresentato per Terzani l’opportunità di compiere una riflessione sul significato dell’esistenza, tanto più intensa e coinvolgente in quanto intima e personale, vissuta sulla propria pelle. Di fronte all’imprevedibilità di un mare incurabile, anche il viaggiatore coraggioso, il cronista avventuroso, l’inviato di guerra sprezzante del pericolo si sente disarmato e vulnerabile, ma non si tira indietro.

"Viaggiare era sempre stato per me un modo di vivere - scrive nelle prime pagine - e ora avevo preso la malattia come un altro viaggio: un viaggio involontario, non previsto, per il quale non avevo carte geografiche, per il quale non mi ero in alcun modo preparato, ma che di tutti i viaggi fatti fino ad allora era il più impegnativo, il più intenso."

Il suo percorso di ricerca si snoda sulla scia della medicina tradizionale e alternativa: lo porta dapprima a New York e in un centro della California; segue un lungo girovagare per l’India, compresi tre mesi passati da semplice novizio in un ashram. E poi le Filippine, ancora gli Stati Uniti (a Boston), Hong Kong e la Thailandia. Infine, il ritorno nella quiete della regione himalayana, dove Terzani ha deciso di ritirarsi a vivere per molti mesi dell’anno. Tappa dopo tappa, il viaggio esterno alla ricerca di una cura si trasforma in un viaggio interiore, alla ricerca delle radici divine dell’uomo e alla "scoperta" della "malattia che è di tutti: la mortalità." Questa consapevolezza non significa però arrendersi al male.

Al contrario, il libro di Terzani è un invito alla speranza e alla vita, un’esortazione a cercare l’unica cura risolutiva all’interno di se stessi. "La storia di questo viaggio non è la riprova che non c’è medicina contro certi malanni… tutto, compreso il malanno stesso, è servito tantissimo. È così che sono stato spinto a rivedere le mie priorità, a riflettere, a cambiare prospettiva e soprattutto a cambiare vita. E questo è ciò che posso consigliare ad altri: cambiare vita per curarsi, cambiare vita per cambiare se stessi."



Tiziano Terzani
La Fine il Mio Inizio
Un padre racconta al figlio il grande viaggio della vita
Longanesi ISBN: 8830422479
Prezzo € 18,60
Compralo su Macrolibrarsi
Tiziano Terzani, sapendo di essere arrivato alla fine del suo percorso, parla al figlio Folco di cos’è stata la sua vita e di cos’è la vita: «Se hai capito qualcosa la vuoi lasciare lì in un pacchetto», dice. Così, all’Orsigna, sotto un albero a due passi dalla gompa, la sua casetta in stile tibetano, in uno stato d’animo meraviglioso, racconta di tutta una vita trascorsa a viaggiare per il mondo alla ricerca della verità.
E cercando il senso delle tante cose che ha fatto e delle tante persone che è stato, delinea un affresco delle grandi passioni del proprio tempo. Ai giovani in particolare ricorda l’importanza della fantasia, della curiosità per il diverso e il coraggio di una vita libera, vera, in cui riconoscersi.
La sua proverbiale risata e la tonalità inimitabile della sua voce, che qui si è cercato di restituire intatte, lasciano trasparire la serenità di chi non lotta più, felice di un’esistenza fortunata, ricca di avventura e amore.
Questo libro è un testo unico che racchiude tutti i suoi libri precedenti, ma anche li precede e li supera. «Se mi chiedi alla fine cosa lascio, lascio un libro che forse potrà aiutare qualcuno a vedere il mondo in modo migliore, a godere di più della propria vita, a vederla in un contesto più grande, come quello che io sento così forte.»


Ludovico Guarneri
La Cosa pi Stupefacente al Mondo
Avventure di un malato esperto - Prefazione di TIZIANO TERZANI
Anima Edizioni ISBN: 8889137096
Prezzo € 12,00
Compralo su Macrolibrarsi
"Guarneri con le sue parole, con le sue storie vissute e quelle raccolte, semina speranza, parla al paziente come nessun medico è capace perché lui, al contrario dei medici che hanno fatto conoscenza del male sui libri, lui l'ha fatta su se stesso". [T. Terzani]


E IL "MALATO ESPERTO" SCONFISSE IL TUMORE
"Non sono un medico sono un malato esperto", esordisce Guarneri nell'introduzione al suo ultimo lavoro editoriale in cui racconta come ha saputo superare una gravissima malattia. Storia di battaglie vissute fra ospedali, medici, diagnosi, ricerche, terapie alternative, meditazione, incontri ed esperienze straordinarie in ogni parte del mondo, che ha come primo obbiettivo quello di voler aiutare ad affrontare la paura della morte. Diffonde grande speranza con la sua esperienza, lui che si è curato ed è guarito, dopo la diagnosi di tumore, attraverso la chemioterapia e poi con la scoperta della formula di Rene Caisse. Caterina Viola
(articolo tratto da "Salute di Repubblica" del 15 luglio 2004)

IL MALATO ESPERTO CHE AIUTA GLI ALTRI
La prefazione è di un grande vecchio, Tiziano Terzani, che se n'è andato pochi mesi fa , dopo " Un ultimo giro di giostra". Ludovico Guarneri l'autore di "La cosa più stupefacente al mondo", fa uno strano mestiere, quello del "malato esperto". E lo fa, con bravura, ormai da molti anni. Tutto comincia, come tutti temiamo, con una diagnosi di tumore, ma poi inizia una battaglia che ognuno combatte a modo suo. "Da mesi non prendo medicine" scrive l'autore nelle ultime pagine "I dolori alle articolazioni sono diminuiti e ho ricominciato ad andare in bicicletta e spesso in barca a vela..." Soprattutto ho capito che la cura è dentro la nostra mente e la nostra volontà di farcela, di battere il male con il bene che è dentro al nostro cuore" . Complimenti Guarneri sia per il suo libro che per il sostegno che le sue pagine possono dare a tanti malati.
(tratto da "Il Salvagente" del 28.10.2004)




 
 
  
   Disclaimer